Bingo: regole e varianti

bingo

Il bingo è uno dei giochi più comuni e diffusi e sostanzialmente si basa su regole piuttosto elementari. Esistono però delle varianti,  anche se poco conosciute nel nostro Paese, che fondamentalmente si differenziano per il numero di biglie presenti in totale oppure dalle caselle che compongono la cartella. La divisione più importante da fare è quella tra il Bingo 90 e il Bingo 75: Il Bingo 90 è il Bingo classico giocato in Italia, originario della Gran Bretagna e dell’Australia. Le cartelle sono formate da nove colonne e tre righe, ognuna delle quali è composta  5 numeri da segnare per un totale di 25 necessari al riempimento della cartella. Nel Bingo 90 solitamente i premi sono quelli della Cinquina e del Bingo , anche se a volte può essere previsto un premio intermedio che spetta a chi riesce a completare per primo due righe della cartella (la vecchia decina).
Il Bingo 75 è quello più diffuso negli Stati Uniti. Le schede sono composte da cinque righe e cinque colonne, per un totale di 25 quadrati di cui solo quello centrale è libero: i numeri sono dunque 24. Nel Bingo 75 ci sono diverse combinazioni di vincita: la cinquina su una linea orizzontale, diagonale e verticale della scheda, il Bingo ovviamente, ma anche combinazioni di cinque numeri realizzate su una, due, tre o quattro linee orizzontali Le singole sale possono decidere di introdurre ulteriori combinazioni vincenti, ad esempio quando il giocatore compone con i numeri una particolare forma sulla scheda.

Una delle varianti più famose del Bingo è il Bonanza Bingo. In questo gioco viene estratto all’inizio una predeterminata quantità di numeri che vengono mostrati ai giocatori.  A quel punto se nessuno ha ancora  realizzato il Bingo vengono assegnati dei premi di consolazione oppure si procede all’estrazione di un ulteriore numero.