Casino online: marzo segna la ripresa

roulette

Una boccata d’ossigeno, un  sospiro di sollievo o la conferma di non doversi lasciare andare a paure eccessive. Scegliete voi l’espressione che più vi aggrada e che ritenete più adatta al contesto, quel che è certo è che nel mese di marzo i casino online italiani autorizzati dall’AAMS hanno fatto segnare ottimi numeri e ben più confortanti rispetto a quelli di febbraio, quando era stato registrato un calo deciso e inaspettato delle giocate, che aveva portato ad una certa preoccupazione.

Questi  nuovi dati erano attesi con molta curiosità per capire la tendenza del mercato e il loro responso sembra molto confortante e fornisce il quadro di un settore in salute. Nel corso dell’ultimo mese sono aumentate sia la raccolta globale (400 milioni contro i 320 milioni di febbraio) con un rialzo del 25%, che la raccolta media giornaliera (+ 17%). La spesa effettiva  invece è arrivata complessivamente a 12 milioni di euro.

Tra gli operatori, stando alle informazioni diffuse da Agicos,  sono da evidenziare in particolar modo le performances di Microgame (28 milioni), Eurobet (16 milioni), Betclic (10,1), BestInGame (7,2) e Intralot (2 milioni). Dall’inizio del 2012, la raccolta sfiora gli 1,1 miliardi, mentre la spesa effettiva è stata di circa 33 milioni.

Da sottolineare inoltre che i casinò online in questi primi tre mesi dell’anno hanno portato nelle casse dell’Erario la ragguardevole somma di 6,5 milioni. Lo Stato insomma non può lamentarsi, anche se da una parte occorre sempre stare attenti  e vigilare sui pericoli connessi alle dipendenze e alla diffusioni di siti illegali, dall’altra bisogna puntare costantemente a rinnovare l’offerta e contrastare l’agguerrita concorrenza internazionale.