Come aprire un centro scommesse sportive in franchising

centro scommesse sportive

Aprire un centro di scommesse sportive in franchising è una soluzione conveniente, redditizia e molto ghiotta per tutti i giovani imprenditori che ad oggi preferiscono crearsi un lavoro piuttosto che andarselo a fare assegnare.

Le scommesse sportive in Italia hanno avuto una repentina crescita negli ultimi 3 anni, questo anche grazie al canale induttore di Internet, che ha aperto nuove concessioni governative per i portali che operano nel settore del gambling e delle scommesse sportive online.

Milioni di utenti, grazie ad Internet, hanno cominciato a giocare con le scommesse sportive, e le agenzie di scommesse presenti sul territorio sono state caparbie nel sapersi “agganciare” a questa grande onda del web.

E’ infatti possibile usufruire di una sinergia tra una agenzia di scommesse sportive e i conti gioco da utilizzare su Internet presso il sito ufficiale del bookmaker ad essa convenzionata. Partiamo da questi ultimi: in Italia permettono di aprire agenzie in franchising MatchPoint, Eurobet, Bwin, Intralot, Snai su tutti.

Gli imprenditori dovranno far fronte ad un investimento iniziale di circa 30.000 euro, dipende poi da come si va a strutturare l’agenzia, se la si vuole rendere anche sala bar, con licenza per alcolici, trasmissione di partite in dirette tv e sale giochi con slot machines e video poker, è ovvio che la spesa andrà ad aumentare.

Naturalmente una agenzia in franchising per scommesse sportive sarà molto più efficiente se riuscirà a proporsi anche come posto di ritrovo e di intrattenimento per gli scommettitori, e non solo come semplice “sportello scommesse”. Ecco alcune indicazioni da seguire su come aprire un centro  scommesse sportive in franchising: è necessario che il bacino di utenza sia di almeno 20.000 persone, l’ubicazione deve stare alla larga da scuole, chiese e luoghi di culto, e almeno due persone devono essere addette all’attività e non avere nessun contenzioso con la legge. Il nostro suggerimento è poi quello di promuovere l’utilizzo di Internet per giocare da casa, partecipare ad una comunità di utenti, attivare tornei, rendere il tutto più dinamico, perché, per i clienti, le agenzie di scommesse sono come il bar, un buon posto dove divertirsi per un po’. Voi avete nessuna esperienza da raccontarci?