Come vincere alle scommesse sportive?

come vincere alle scommesse sportive

Intuito, cultura e pazienza. Queste sono a mio modo di vedere le tre parole chiave che si dovrebbero dare in risposta alla domanda come vincere alle scommesse sportive?

Vincere alle scommesse sportive, calcio, basket, tennis o che dir si voglia, non richiede soltanto fortuna, perché le partite di sport, si sa, non sono estrazioni del numero del lotto.

E non a caso, le scommesse sportive pagano molto di meno l’importo scommesso su una lotteria qualunque, ma ci sono persone che troverebbero più difficoltà nell’indovinare l’esito di una partita piuttosto che un ambo al lotto. Il motivo? Le prime, appunto, giocano alle scommesse sportive come se stessero puntando su numeri in uscita.

Le scommesse non sono un “calcolo delle probabilità”. Occorre conoscere il contesto dell’avvenimento sul quale si punta: qual è la condizione fisica delle due parti in gioco? quali sono le motivazioni? quali sono le condizioni meteo e del campo? gli elementi decisivi per segnare punti (portiere, giocatori messi in campo per fare gol) si trovano nelle condizioni giuste per poter giocare al meglio? In quale periodo storico del loro campionato le due squadre si trovano?

Vista così, la scommessa sportiva diventa allora una scommessa su una storia, che è quella dello svolgimento della partita, e non una scommessa sull’esito finale di un match. Quest’ultimo, infatti, dovremmo considerarlo una “conseguenza” di quanto intuito a fronte della partita sulla quale abbiamo scommesso un nostro importo di gioco. Per tutti gli altri, anziché valutare “classifiche” e modi di dire (“questo ha bisogno di vincere”, “non può perdere ancora”, “dicono i giornali che vincono loro”, diamo un caldo consiglio: il pendolino magico. Qualora sbagliaste, colpa sua!