Full Tilt Poker: italiani pronti a dare ancora fiducia

poker-texas-hold-em

Tu giocheresti ancora su Full Tilt Poker? Questa la domanda al centro di un sondaggio aperto da Gioconews.it , rivolto agli appassionati italiani e agli addetti ai lavori del poker online, frequentatori del celebre sito. Molti di loro sicuramente rimasero colpiti lo scorso 15 aprile quando il Dipartimento di Giustizia Usa, dispose la chiusura di una delle principali room mondiali, che peraltro ancora deve rimborsare diversi giocatori. Al quesito, a rispondere sì è stata una percentuale davvero rivelante e per cervi versi inaspettata: l’81,2%. Soltanto il 18,8% dei votanti ha manifestato invece la sua sfiducia, una percentuale irrisoria e quasi fisiologica.

Ancora più interessante poi è il dato sui sì, che prevedeva due possibili opzioni:  Sì, ci giocherei in ogni caso oppure sì, ci giocherei, ma solo se “punto it”. Ebbene, il 53,2% ha optato per la prima. Ovviamente si tratta di risposte che nascono dall’ipotesi che la room  potrebbe riaprire i battenti da qui a qualche settimana, viste anche le speranze alimentate dallo stesso board aziendale in un recente comunicato stampa, che ha rotto il silenzio ormai prolungatosi per mesi dopo il clamoroso intervento dell’Fbi.  Tutto questo però non fa che evidenziare il fatto che i giocatori mostrano ancora enorme fiducia e affetto nei confronti del  brand. Numeri molto simili peraltro sarebbero stati registrati anche nello stesso sondaggio rivolto ai giocatori tedeschi.  E questo,  nonostante i debiti non trascurabili che potenziali investitori dovrebbero andare a ripianare, sembra dimostrare che Full Tilt Poker rappresenta un affare dal ritorno economico sicuro, se gestito in modo intelligente.