Giochi : Decreto Balduzzi, per AAMS non influirà

roulette

Il decreto Balduzzi, che prevede significative limitazioni per la pubblicità dei giochi d’azzardo soprattutto per la tutela dei minori non influirà negativamente sul settore dei giochi (il testo sancisce un generico stop degli spot durante i programmi per ragazzi e punta sulla necessità di avvertimenti sul rischio dipendenza e probabilità di vincita).

E’ quanto ritiene Luigi Magistro, attuale direttore dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, il quale spiega che le norme avranno solamente una importante funzione di prevenzione. L’AAMS del resto ha annunciato che si impegnerà con ancor maggior vigore proprio in questo ambito e in controlli costanti e rigorosi per frenare il gioco minorile e il business dei siti illegali.

Nello scorso mese peraltro sono stati quarantuno i siti oscurati perché non in possesso di regolare licenza.  Nell’ultimo aggiornamento il numero di quelli presenti nella cosiddetta black list è salito fino a 4.158. Come al solito, poker online e casino online sono i settori del gambling virtuale a finire nel mirino dell’AAMS con maggiore continuità, mentre meno colpiti sono i siti di scommesse sportive e di bingo online.

Magistro ha parlato brevemente anche dell’introduzione delle slot machine online nei casino online italiani, la grande novità, il cui debutto è  atteso per la fine dell’anno.  Il direttore dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato ha voluto sottolineare che non ci sarà conflitto con le analoghe macchine terrestri aggiungendo inoltre che è più facile controllare le slot machine online rispetto a vlt e slot terrestri perché online i flussi di gioco vengono tracciati.