Gioco d’azzardo: dipendenza online di pari passo con la crescita del settore

gambling gioco d'azzardo

Per quanto in questi giorni abbiamo più volte letto di notizie aventi a che fare con il blocco della crescita del settore del poker online, di converso, e questo spiega tutto, si è registrato in questo stesso periodo una crescita del settore del gambling, dell’azzardo legalizzato come slot machines, bingo, scommesse sportive e molto altro.

Si capisce allora che i giocatori online continuano ad aumentare di numero, e si distribuiscono su varie tipologie di gioco multi-piattaforma. Io stesso ricordo, ad esempio, di come qualche settimana fa aprii un conto gioco su un sito di poker online, ma fui poi “deviato” da altri giochi con denaro reale, come la battaglia navale, che se giocata con i soldi è davvero molto intrigante.

In Italia si segue, pur se in misure diverse, la grande onda di crescita del gioco d’azzardo online che sta travolgendo il resto del mondo (con tanto di “effetti dipendenza” che ormai vengono curati come se si trattassero di vere e proprie droghe al pari di alcol e sostanze stupefacenti – nel nostro Paese, ad esempio, ci sono 2.780.000 giocatori a rischio dipendenza, anche forte). Senza dubbio le tante tipologie di gioco, che spaziano dalle slot machines e casinò passando per lotterie online, poker online (e sue varianti), giochi (come la battaglia navale di cui sopra!), bingo e quant’altro, mettono il giocatore nelle condizioni di provare un po’ di tutto e fare del gambling un passatempo originale e variegato, anche se pericoloso per le responsabilità cui vanno incontro. Se anche voi avete storie di dipendenza da raccontare fatevi sotto, mi auguro però che siano soltanto simpatiche “scappatelle”, come dire, sulle quali ci si ride ancora su.