Gratta e Vinci: quasi 4 miliardi vinti nei primi mesi del 2011

gratta_e_vinci

Tra i giochi preferiti dagli italiani si conferma molto solida la preferenza per il “Gratta e Vinci”, che si colloca in seconda posizione appena dietro le New Slot. Affacciatosi nelle tabaccherie e nei bar per la prima volta nel 1994,  ha sempre conservato un certo fascino. Dal 2006 inoltre è possibile giocare anche online in numerosi siti autorizzati dall’AAMS a varie versioni.  Le raccolte relative alle lotterie istantanee nel primo semestre del 2011 hanno quasi raggiunto i cinque miliardi e mezzo di euro, mentre le vincite si avvicinano ai quattro miliardi. Più precisamente è stato reso noto che da gennaio a giugno, sono stati raccolti con i Gratta e Vinci ben 5,4 miliardi di euro, con un significativo  aumento dell’ 11,5% rispetto agli stessi mesi del 2010, le entrate erariali sfiorano i  900 milioni, mentre le vincite hanno raggiunto l’importante  cifra di di 3,9 miliardi di euro. Facendo un rapido calcolo,  in pratica, è come se venissero dispensati ogni giorno circa 20 milioni di euro.

Di “Gratta e Vinci” ne esistono diversi tipi per tutti i gusti e per tutte le tasche, con vincite di diversa fascia (bassa, media e alta).  Quello che ha maggiormente elargito denaro in questi primi sei mesi del 2011 è il “Maximiliardario”, che ha un costo non proprio irrilevante pari a 20 euro, tuttavia garantisce anche premi più ricchi in caso di vincita (si arriva sino a cinque milioni di euro).  Vincite milionarie hanno già raggiunto molte città italiane tra cui  Viareggio, Lucca, Roma, Torino, Taranto, Cremona e  Napoli. Occhio però a giocare sempre responsabilmente.