Poker e casino online: convegno a Milano per analizzare la situazione italiana

roulette

Si è tenuto la scorsa settimana al Campus Bovisa del Politecnico di Milano il convegno “Il Gioco Online in Italia: aumenta l’offerta, si trasforma la domanda”. E’ stata l’occasione per presentare e analizzare i risultati della ricerca svolta dall’Osservatorio Gioco Online, un organismo promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e da Sogei per studiare il mercato dei giochi online.

Tra i dati più significativi raccolti, c’è quello della spesa netta degli italiani per il gioco online cresciuta nel 2011 del 7%, passando da 690 a 735 milioni di euro, una cifra equiparabile a quella di altri settori dell’intrattenimento come il cinema o lo sport. L’aumento è stato inequivocabilmente influenzato dalle liberalizzazioni introdotte nel 2011 e dall’arrivo del poker cash game e dei casinò.  La modalità cash ha tuttavia portato ad una riduzione degli utenti del poker in modalità torneo di circa il 32%.

Si è cercato anche di tracciare un profilo del giocatore medio italiano. L’identikit è risultato il seguente: uomo (86%), vive al Sud (50%) ed ha un’età compresa tra i 25 e 44 anni (60%). Per quanto riguarda la spesa mensile il 39% dei giocatori spende meno di 25 euro, il 14% tra i 25 e i 50 euro e c’è un 13%   di fortunati che chiudono in vincita.

Lo studio ha anche evidenziato quali possono essere i trend più interessanti nel prossimo futuro, sottolineando il ruolo importante che avranno da una parte il gioco sui social network più diffusi come Facebook e Google + e dall’altro le potenzialità del mobile gaming su smartphone e tablet, dove forse vi sono i più ampi margini di crescita.