Presto in Europa tante piccole Las Vegas

casinò cina

A Macao, in Cina, c’è una sorta di piccola Las Vegas che vanta trentatré casinò in circa trenta chilometri quadrati di terreno. Nel 2011 la cittadina ha stimato 25 miliardi di dollari di fatturato, superando di gran lunga il giro d’affari di Las Vegas stessa. Prestigiosi tornei di poker texas hold’em si svolgono a Macao, e molti turisti nel mondo la preferiscono a Las Vegas per via dei bassi costi di pernottamento.

Il primo dei trentatré Casinò di Macao aprì nel 2004, giusto un paio di anni dopo la liberalizzazione del gioco d’azzardo da parte del Governo Cinese, da lì in poco tempo è nata la mini Las Vegas, mini, come già detto, soltanto nelle dimensioni visto che gli affari sono di proporzioni enormi. Il successo di Macao ha fatto aprire gli occhi a molti imprenditori nel resto del mondo. Nel 2012 aprirà in Ungheria la Euro Vegas, una Las Vegas gestita dal circuito Hard Rock Hotel & Casino.

Esiste già un sito ufficiale che non offre nulla se non una suggestiva cartolina con su scritto “coming soon”, provate a tenerlo d’occhio per vedere se in futuro emergeranno ulteriori informazioni in merito. Altre Las Vegas potrebbero bocciare in Europa. Il mega imprenditore Sheldon Adelson, della Las Vegas Sandrs, sta contrattando con la Spagna la possibilità di aprire un quartiere di Casinò a Madrid o a Barcellona. L’investimento previsto è di circa 10 miliardi euro, e per molti l’affare si farà. Dando via alla nascita di ulteriori piccole Las Vegas nel vecchio continente. Del resto, da noi, l’America è già di casa.