Sport e consolle: un binomio possibile

gaming-world-series-of-poker-full-house-pro-3

Molto spesso prima che arrivi l’estate, iniziamo a preoccuparci della nostra linea e di punto in bianco decidiamo di iscriverci in palestra e metterci a dieta. Quasi sempre però, dopo alcune settimane, lasciamo perdere, stanchi e sopratutto annoiati dagli esercizi ripetitivi. In questi casi una buona alternativa per non dover iscriversi in palestra ce la da l’home fitness: è sufficiente infatti acquistare un po’ di pesi, un tapisroulant oppure un’ellittica per ricreare direttamente in casa una minipalestra.
Per chi invece non sopporta l’idea di doversi allenare con i soliti esercizi esiste una valida alternativa per fare fitness in casa potendo scegliere come e quando farla: si tratta delle consolle come Kinect e Playstation Move che consentono, tramite appositi giochi interattivi, di mantenersi in forma e divertirsi.
Il vantaggio di queste consolle consiste nel fatto che è possibile praticare qualunque tipo di attività sportiva ma senza orari definiti e, sopratutto senza attrezzi particolari o spazi dedicati. I giochi disponibili su queste consolle sono svariati e prevedono tutti i tipi di attività sportiva, dal tennis al calcio fino al bowling. Questo grande successo dello sport tramite consolle ha guadagnato anche l’interesse di alcuni ricercatori che si sono chiesti se un’attività del genere possa in qualche modo offrire i vantaggi tipici dello sport tradizionale.
In particolare secondo un recente studio dell’American councile on excercise lo sport “tradizionale” determinerebbe, a parità di tempo, un consumo di calorie maggiore anche se questo gap è in realtà minimo. Per fare un esempio concreto, tra tennis “virtuale” e tennis reale ci sarebbe un gap di circa 3 calorie al minuto: logicamente la mancanza della pallina e della racchetta, nonché lo sforzo per colpirla fanno la differenza. Lo stesso avviene con la box, in quanto colpire l’aria (come avviene nei giochi per consolle) non equivale certamente a colpire l’avversario.
In sostanza se è vero che praticare lo sport “virtuale” non è come praticare una normale attività fisica è altrettanto vero che le consolle possono essere un ottimo strumento per diffondere, soprattutto tra i giovani la cultura dello sport, e quindi per promuovere la lotta contro l’obesità.

gaming-world-series-of-poker-full-house-pro-3